MIELE DI TIGLIO

MIELE DI TIGLIO

I tigli in fioritura sono un’attrazione irresistibile per le api. Il miele di tiglio si presenta limpido e aromatico, cristallizza lentamente e in modo non granulato. Oltre a riunire tutte le proprietà che ogni miele porta in dote si distingue soprattutto per le proprietà che gli derivano dai fiori del tiglio, in particolare:

ha proprietà antispasmodiche e agisce sul sistema nervoso come calmante

ideale per dolcificare la tisana alla sera, meglio ancora se infuso di fiori di tiglio in modo da abbinare le proprietà comuni e aumentarne l’azione efficace

 

è consigliato a chi soffre di insonnia

ha proprietà epatoprotettrici

è indicato per alleviare gli stati di ansia.

A queste particolari proprietà vanno naturalmente aggiunte quelle generali, presenti in tutti i tipi di miele. Ad esempio, anche se il più indicato per la tosse e le affezioni polmonari è il miele di eucalipto, per le sue proprietà balsamiche, a nulla impedisce di assumere il miele di tiglio, se al momento è l’unico disponibile in casa. E’ pur sempre un alimento naturale e se anche in percentuale inferiore rispetto al miele di eucalipto, ha pur sempre tra i suoi componenti gli elementi naturali ricavati dai fiori che sono in ogni caso benefici per il nostro organismo. L’importante da tenere presente è la raccomandazione di non pastorizzare il miele, perché il calore comprometterebbe gran parte della sua efficacia terapeutica.
Colore da ambrato chiaro ad ambrato scuro.

Download pdf

Questo volantino, se lo vuoi in formato cartaceo, lo ricevi gratuitamente presso i nostri punti vendita.

Disclaimer
L’ Az. Agr. Muratori Mauro non garantisce in alcun modo l’accuratezza dei contenuti  e delle informazioni che potrai ottenere grazie alla lettura del presente opuscolo.  Devi  essere consapevole del fatto che l’uso che tu voglia eventualmente fare di tali contenuti rimane a tuo esclusivo rischio e pericolo, e la scrivente non potrà in alcun modo essere considerata responsabile per le perdite o dei danni direttamente o indirettamente derivati dalla tua accondiscendenza a quanto riportato nel presente documento. Rivolgiti a professionisti o al tuo medico curante per qualsiasi ed ulteriore chiarimento.NON somministrare il miele ai bambini di età inferiore ai 12 mesi

MIELE DI CASTAGNO

MIELE DI CASTAGNO

Il miele di Castagno è un prodotto tipico delle zone mediterranee.
Questo miele si ottiene dai colorati fiori di castagno e viene raccolto tra i mesi di giugno e ottobre.
A differenza di molti altri mieli, quello di castagno ha un colore che varia dal giallo-marrone a quasi nero, dalle sfumature ambrate molto scure e intense; il suo odore è aromatico e legnoso e il sapore complesso, decisamente distinto,è molto meno dolce, con un retrogusto amarognolo che può essere apprezzato anche su piatti salati di carni e formaggi stagionati, mentre non si presta molto a sostituire lo zucchero per dolcificare tisane o te. La sua consistenza è piuttosto liquida e il motivo risiede nella ricchezza di fruttosio che ne determina l’assenza di cristallizzazione. Le variazioni di colore e sapore dipendono dal tipo di castagno da cui proviene il miele, dal microclima naturale e dall’ eventuale processo di raffinatura.
Anche il tempo può determinare la diversità del prodotto, per esempio un’estate secca in genere produce un miele più robusto, poiché le api tendono a essere meno distratte dall’ abbondanza di altri fiori e raccolgono il nettare unicamente dai fiori dei castagni. In generale, più il colore è scuro più il sapore è ricco e intenso.

Proprietà e caratteristiche
Il miele di castagno è un’ottima fonte di proteine, vitamine B e C e di sali minerali, quali manganese, potassio, calcio e in particolare ferro. Come tutti i mieli, anche quello di castagno è molto calorico, 100 grammi apportano 300 calorie e quindi si consiglia di consumarlo in modeste quantità. Questo miele possiede proprietà anti-Infiammatorie e anti-batteriche superiori a quelle dei mieli dal colore e sapore più delicato. Inoltre, come dimostrato da un gruppo di ricercatori in Spagna, ha una forte attività antimicrobica contro i batteri Staffilococco aureo ed Escherichia coli, e può agire anche in casi di Helicobacter pylori e Candida albicans. Per questo stesso motivo, è anche indicato nel trattamento di ulcere, aiutando a prevenire infezioni e velocizzandone la guarigione.
Molti altri studi hanno anche dimostrato che, paragonato con altri mieli, il miele di castagno ha una capacità antiossidante estremamente elevata e contiene livelli molto alti di acido fenolico.
Questa proprietà lo rende un alimento molto importante e in grado di aiutare a combattere i dannosi effetti dei radicali liberi causati da inquinamento, fumo, pesticidi, raggi solari, medicine e processi metabolici del nostro corpo.
Limitando l’esposizione a questi radicali liberi e consumando una dieta ricca di cibi antiossidanti che ne neutralizzano gli effetti, possiamo infatti ridurre il rischio di sviluppare molti dei problemi di salute legati all’ età e molte delle malattie croniche tra cui artrite, cataratta, cancro, malattie cardiovascolari e invecchiamento prematuro della pelle.Infine, grazie anche alle sue proprietà emollienti e lubrificanti, lo si può utilizzare nel trattamento delle infezioni respiratorie, tossi persistenti e mal di gola oltre che per problemi di digestione, dove trova applicazione nel trattamento di ulcere dello stomaco e nella stimolazione della secrezione di bile. Il suo potere nutritivo e idratante non è sfuggito nemmeno al mondo dei cosmetici, dove è usato come base per creme per pelle e capelli.

Download pdf

Questo volantino, se lo vuoi in formato cartaceo, lo ricevi gratuitamente presso i nostri punti vendita.

Disclaimer :
L’ Az. Agr. Muratori Mauro non garantisce in alcun modo l’accuratezza dei contenuti  e delle informazioni che potrai ottenere grazie alla lettura del presente opuscolo.  Devi  essere consapevole del fatto che l’uso che tu voglia eventualmente fare di tali contenuti rimane a tuo esclusivo rischio e pericolo, e la scrivente non potrà in alcun modo essere considerata responsabile per le perdite o dei danni direttamente o indirettamente derivati dalla tua accondiscendenza a quanto riportato nel presente documento. Rivolgiti a professionisti o al tuo medico curante per qualsiasi ed ulteriore chiarimento.NON somministrare il miele ai bambini di età inferiore ai 12 mesi.

MIELE DI ACACIA

MIELE DI ACACIA

Per gli apicoltori l’acacia è una pianta di estrema importanza, dato che dai suoi fiori le api possono ricavare in abbondanza un miele pregiato, il più richiesto. Un miele delicato e dalle proprietà che lo rendono adatto per dolcificare alimenti in sostituzione dello zucchero, indicato per i bambini e per i diabetici leggeri in quanto è il più ricco di fruttosio, la cui assimilazione nell’organismo non richiede l’intervento dell’insulina. Purtroppo l’acacia ha la brutta abitudine di fiorire durante il mese di maggio, in un periodo certamente non stabile sotto l’aspetto meteorologico, e infatti in certe annate particolarmente sfavorevoli l’abbondanza di piogge, magari anche violente, e il forte vento può compromettere in parte o anche tutto il raccolto.
In aggiunta alle peculiari proprietà che sono offerte da tutti i tipi di miele uniflora e multiflora è sempre utile ricordare:

un prodotto naturale che non ha bisogno di alcun conservante

ha un elevato potere dolcificante ed energetico

è immediatamente assimilabile perché costituito da zuccheri semplici (monosaccaridi) quali il glucosio e il fruttosio, in percentuali diverse,

secondo le fioriture da cui proviene
è di facile digeribilità e apporta inoltre proteine, vitamine, sali minerali e amminoacidi.

Ciascun tipo di miele viene indicato per alcune specifiche cure, ad esempio per la tosse il miele di eucalipto, per la circolazione del sangue il miele di castagno, per il sonno tranquillo il miele di tiglio, e così via.
A caratterizzare il miele di acacia oltre al suo successo per la caratteristica di non cristallizzare e per la dolcezza che conquista tutti, anche chi non è molto goloso, sono due proprietà molto importanti che è bene sottolineare una volta di più:
Sappiamo tutti che chi soffre di diabete non può assumere zuccheri. Il miele di acacia è l’unico tipo di miele indicato anche ai diabetici leggeri, perché in percentuale nella composizione è quello che contiene più fruttosio, assimilabile dall’ organismo senza dover ricorrere all’ insulina.

Altri tipi di miele sono sconsigliati nel primo anno di età per il rischio, anche se remoto, che potrebbe contenere una piccola quantità di spore chiamate Clostridiumbotulinum, organismo che causa il botulismo. Le spore non hanno effetto nell’ intestino delle persone adulte e dei bambini più grandi, ma possono prosperare nell’ intestino di un neonato, provocando il botulismo infantile, una forma di avvelenamento da alimenti.
Tra le caratteristiche del miele di acacia vanno ricordate la limpidezza, il profumo leggero ed il sapore delicato, ma dolcissimo.

Download pdf

Questo volantino, se lo vuoi in formato cartaceo, lo ricevi gratuitamente presso i nostri punti vendita.

Disclaimer :
L’ Az. Agr. Muratori Mauro non garantisce in alcun modo l’accuratezza dei contenuti  e delle informazioni che potrai ottenere grazie alla lettura del presente opuscolo.  Devi  essere consapevole del fatto che l’uso che tu voglia eventualmente fare di tali contenuti rimane a tuo esclusivo rischio e pericolo, e la scrivente non potrà in alcun modo essere considerata responsabile per le perdite o dei danni direttamente o indirettamente derivati dalla tua accondiscendenza a quanto riportato nel presente documento. Rivolgiti a professionisti o al tuo medico curante per qualsiasi ed ulteriore chiarimento.NON somministrare il miele ai bambini di età inferiore ai 12 mesi.

MIELE DI MILLEFIORI

MIELE DI MILLEFIORI

Il mercato offre miele di cui non è indicata l’origine floreale precisa e che, sottoposto ad analisi, rivela una grande quantità di pollini diversi, ad indicare un’accentuata origine multi-floreale. Si tratta del miele più diffuso, dal momento che la gran parte degli apicoltori commercializzano la loro raccolta con la denominazione millefiori. Tali mieli possono essere suddivisi in due categorie:

Il miele millefiori di pianura:

Il miele millefiori di pianura:
d’origine precoce, e pertanto giustamente denominato da alcuni apicoltori primizia. Sono mieli chiari, raccolti in maggio-giugno, con preponderanza di trifoglio, lupinella, erba medica, colza, tarassaco. Sono inoltre mieli dall’ odore e dal gusto poco pronunciato, pertanto più indicati per l’uso in tavola che non da impiego terapeutico.

Il miele millefiori di montagna:

Il miele millefiori di montagna:
che è di origine più tardiva, e presenta un colore scuro, un odore fortemente aromatico ed un gusto pronunciato. Questo tipo di miele è più indicato per un uso terapeutico, adatto quindi al trattamento delle malattie polmonari, delle infezioni intestinali ed urinarie. Si tratta senza dubbio di mieli “più naturali” dei mieli di pianura, essendo la flora di montagna meno toccata dall’ inquinamento, e “più ricchi” grazie alla maggiore varietà di flora presente in montagna.

Sostituire lo zucchero con il miele perché ha diverse proprietà benefiche inclusa quella di essere maggiormente digeribile rispetto allo zucchero comune.
L’assimilazione del miele da parte dell’organismo non richiede alcuno sforzo, e chi soffre di disturbi digestivi non potrà che trarre vantaggio sostituendo lo zucchero con il miele nella sua alimentazione.  Il tipo di miele più indicato in questo caso è il miele di acacia, particolarmente dolce perché ricco di fruttosio.
Il miele tra le sue proprietà nutrizionali annovera la presenza di minerali importantissimi per il benessere.
L’interesse dietetico del miele è dovuto alle sue proprietà naturali che, a differenza dello zucchero, facilitano la fissazione del calcio, del magnesio e degli altri sali minerali essenziali durante la crescita. Il miele dà inoltre beneficio all’ intestino con la sua azione sulla flora batterica nel combattere le fermentazioni. In caso di costipazione, grazie alle sue proprietà lassative, darà efficace sollievo a chi ne soffre. A differenza dello zucchero, di canna o di barbabietola, il miele è permesso ai diabetici leggeri, tenendo presente che il miele è ricco di fruttosio, la cui assimilazione non richiede l’intervento dell’insulina. Occorre però una certa prudenza: il miele per il diabetico è sì meno nocivo dello zucchero tradizionale, ma non può essere consumato in grandi quantità senza correre il rischio di aggravamenti. Ai diabetici leggeri è consigliato l’uso del miele di acacia perché più ricco di levulosio-fruttosio, mentre i diabetici gravi dovranno comunque astenersi dal farne uso.
Il miele migliora la longevità Risultati di uno studio accurato ha mostrato che gli apicoltori vivono generalmente più della media della popolazione: il miele può quindi essere considerato fonte di longevità, constatato che rallenta il processo fisiologico dell’invecchiamento e contrasta efficacemente l’indebolimento prematuro delle funzioni vitali. Applicato esternamente il miele favorisce la cicatrizzazione di bruciature e ferite inoltre, se sciolto lentamente in bocca,attenua le irritazioni della gola. Altre proprietà del miele derivano dalle piante che hanno prodotto i nettari iniziali. Ecco perché a ciascuna varietà di miele corrispondono indicazioni terapeutiche specifiche.

L’ Az. Agr. Muratori Mauro non garantisce in alcun modo l’accuratezza dei contenuti e delle informazioni che potrai ottenere grazie alla lettura del presente opuscolo. Devi essere consapevole del fatto che l’uso che tu voglia eventualmente fare di tali contenuti rimane a tuo esclusivo rischio e pericolo, e la scrivente non potrà in alcun modo essere considerata responsabile per le perdite o dei danni direttamente o indirettamente derivati dalla tua accondiscendenza a quanto riportato nel presente documento. Rivolgiti a professionisti o al tuo medico curante per qualsiasi ed ulteriore chiarimento.NON somministrare il miele ai bambini di età inferiore ai 12 mesi.

New site “Arquetta”

New site “Arquetta”

Eccoci con il nuovo sito completamente aggiornato nato con lo scopo di accompagnarti alla scoperta della nostra azienda e del nostro territorio. Ci vanteremo della collaborazione di altre aziende del territorio per farti scoprire cosa si cela dentro questa fantastica vallata nella prima periferia di Bologna.