Per gli apicoltori l’acacia è una pianta di estrema importanza, dato che dai suoi fiori le api possono ricavare in abbondanza un miele pregiato, il più richiesto. Un miele delicato e dalle proprietà che lo rendono adatto per dolcificare alimenti in sostituzione dello zucchero, indicato per i bambini e per i diabetici leggeri in quanto è il più ricco di fruttosio, la cui assimilazione nell’organismo non richiede l’intervento dell’insulina. Purtroppo l’acacia ha la brutta abitudine di fiorire durante il mese di maggio, in un periodo certamente non stabile sotto l’aspetto meteorologico, e infatti in certe annate particolarmente sfavorevoli l’abbondanza di piogge, magari anche violente, e il forte vento può compromettere in parte o anche tutto il raccolto.
In aggiunta alle peculiari proprietà che sono offerte da tutti i tipi di miele uniflora e multiflora è sempre utile ricordare:

un prodotto naturale che non ha bisogno di alcun conservante

ha un elevato potere dolcificante ed energetico

è immediatamente assimilabile perché costituito da zuccheri semplici (monosaccaridi) quali il glucosio e il fruttosio, in percentuali diverse,

secondo le fioriture da cui proviene
è di facile digeribilità e apporta inoltre proteine, vitamine, sali minerali e amminoacidi.

Ciascun tipo di miele viene indicato per alcune specifiche cure, ad esempio per la tosse il miele di eucalipto, per la circolazione del sangue il miele di castagno, per il sonno tranquillo il miele di tiglio, e così via.
A caratterizzare il miele di acacia oltre al suo successo per la caratteristica di non cristallizzare e per la dolcezza che conquista tutti, anche chi non è molto goloso, sono due proprietà molto importanti che è bene sottolineare una volta di più:
Sappiamo tutti che chi soffre di diabete non può assumere zuccheri. Il miele di acacia è l’unico tipo di miele indicato anche ai diabetici leggeri, perché in percentuale nella composizione è quello che contiene più fruttosio, assimilabile dall’ organismo senza dover ricorrere all’ insulina.

Altri tipi di miele sono sconsigliati nel primo anno di età per il rischio, anche se remoto, che potrebbe contenere una piccola quantità di spore chiamate Clostridiumbotulinum, organismo che causa il botulismo. Le spore non hanno effetto nell’ intestino delle persone adulte e dei bambini più grandi, ma possono prosperare nell’ intestino di un neonato, provocando il botulismo infantile, una forma di avvelenamento da alimenti.
Tra le caratteristiche del miele di acacia vanno ricordate la limpidezza, il profumo leggero ed il sapore delicato, ma dolcissimo.

Download pdf

Questo volantino, se lo vuoi in formato cartaceo, lo ricevi gratuitamente presso i nostri punti vendita.

Disclaimer :
L’ Az. Agr. Muratori Mauro non garantisce in alcun modo l’accuratezza dei contenuti  e delle informazioni che potrai ottenere grazie alla lettura del presente opuscolo.  Devi  essere consapevole del fatto che l’uso che tu voglia eventualmente fare di tali contenuti rimane a tuo esclusivo rischio e pericolo, e la scrivente non potrà in alcun modo essere considerata responsabile per le perdite o dei danni direttamente o indirettamente derivati dalla tua accondiscendenza a quanto riportato nel presente documento. Rivolgiti a professionisti o al tuo medico curante per qualsiasi ed ulteriore chiarimento.NON somministrare il miele ai bambini di età inferiore ai 12 mesi.

Share This